Valtellina, Tangenziale di Tirano. Assessore Sertori: "iniziano i lavori, respinto il ricorso"

2' di lettura 05/07/2022 - Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dal Consorzio Stabile Medil S.C.P.A. nei confronti di Anas S.p.a. e dell'impresa aggiudicataria Inc.S.p.a. per la realizzazione della Tangenziale di Tirano.

"Si tratta di un'ottima notizia - commenta l’assessore regionale agli Enti locali e Montagna, Massimo Sertori - dopo molti anni di lavoro portato avanti con determinazione da tutti i rappresentanti istituzionali locali, dalla Regione Lombardia e dal Governo, finalmente ci siamo e i lavori della tangenziale di Tirano potranno iniziare".

"Questa sentenza era molto attesa - continua Sertori - perché il nodo della tangenziale di Tirano è un'opera strategica, fondamentale sia per migliorare l'accessibilità in alta Valtellina, sia per liberare dalla morsa del traffico la città di Tirano che potrà, a lavori conclusi, esprimere pienamente gli straordinari potenziali di città turistica, terminale della ferrovia italiana e partenza del trenino rosso patrimonio dell'Unesco".

L'importo a base d'asta dell'opera è di oltre 136.209.000 euro, l'importo di contratto è pari a 120.359.000, mentre il ribasso offerto del -12,364%.

Ad oggi l'impresa ha iniziato le fasi di cantiere e, già nel mese di luglio, saranno approntate le prime opere.

Nel frattempo, in questi ultimi mesi, Anas sta liquidando gli indennizzi per gli espropri dei terreni, parte dei quali sono già avvenuti e parte in itinere.

"Dopo la realizzazione del primo tratto della Statale 38, la costruzione della Tangenziale di Morbegno e quindi la realizzazione della tangenziale di Tirano - sottolinea l'assessore Sertori - certamente la viabilità in Valtellina ha avuto e avrà un miglioramento effettivo sia in termini di tempo di percorrenza sia dal punto di vista della sicurezza. A questi interventi si aggiungono anche quelli finanziati con le risorse per le olimpiadi invernali del 2026, come il completamento della tangenziale di Sondrio e il superamento della rotonda della Sassella. Tutte opere per le quali oltre al reperimento delle risorse si è reso necessario un’attività amministrativa intensa per andare oltre ai tempi che purtroppo oggi la burocrazia italiana ci impone".

"Ma in questi anni - conclude Sertori - non ci siamo mai arresi e, con determinazione e perseveranza, stiamo raggiungendo risultati importanti e tangibili".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2022 alle 16:18 sul giornale del 06 luglio 2022 - 112 letture

In questo articolo si parla di attualità, lombardia, regione lombardia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/deqT





logoEV
logoEV